Caos Artemis, licenziati Juan Kouyoumdjian e Andrea Avaldi


San Francisco, USA- Juan Kouyoumdjian avvistato a Valencia, città in cui risiede ma ben lontano da San Francisco dove a un mese dall’inizio della Louis Vuitton Cup dovrebbe trovarsi un capo progettista di America’s Cup. Voci ormai confermate di un altro licenziamento, quello del capo strutturista Andrea Avaldi a cui si aggiungerebbero altri uomini del gruppo di Juan K. Artemis ha adesso notevoli problemi e l’arrivo del nuovo AC72, con le prove di carico che comporta e i giorni limitati per effettuarle, non aiuta certamente. Il challenger of record, a questo punto, potrebbe davvero non riuscire a essere al via il 5 luglio nella Louis Vuitton Cup. Le voci di un team in preda a lotte interne si susseguivano sin dall’incidente dello scorso 9 maggio.

Juan Kouyoumdjian, licenziato da Artemis di cui era il capo progettista

Juan Kouyoumdjian, licenziato da Artemis di cui era il capo progettista

Con l’allontaneamento del progettista e dello strutturista, cresce il dubbio che vi siano stati problemi concettuali nel dimensionamento della traversa anteriore, quella che ha ceduto nella prima barca provocando l’incidente in cui ha perso la vita Andrew Simpson, e che sarebbe rimasta sostanzialmente invariata per la nuova piattaforma. Lo stesso ruolo del CEO Paul Cayard è oggetto di rumor insistenti.

Una mancata partecipazione al round robin non sarebbe catastrofica dal punto di vista del risultato, visto che comunque la semifinale della Louis Vuitton Cup prevede la sfida tra il secondo e terzo team del RR. Certo, però, sarebbe un colpo durissimo in termini d’immagine visto il molto tempo a disposizione per il team, che, ricordiamo, fu il primo a varare un AC72, lo scorso luglio a Valencia.