Featured

Copa del Rey Mapfre: l’Italia Yachts 11.98 Scugnizza pigliatutto, classe ORC 3 e vittoria assoluta

Palma di Maiorca- Trionfo dell’Italia Yachts 11.98 Scugnizza di Vincenzo De Blasio alla 41esima Copa del Rey Mapfre, conclusasi oggi nella Baia di Palma. Scugnizza, oltre alla vittoria con tutti primi nelle sei prove disputate nella classe ORC 3, si porta a casa anche il titolo di campione assoluto della Copa del Rey 2023, grazie proprio ai migliori risultati parziali.

Da notare anche il secondo posto in classe ORC 1 del Tp52 Aifos, con al timone il Re di Spagna Felipe IV, che ricordiamo partecipo’ anche alle Olimpiadi di Barcellona 1992 nella classe Soling. Vittoria in ORC 1 per il ClubSwan 42 Palibex Elena Nova degli spagnoli Plumb/Sanz. Terzo posto per il Ker 46 Lisa R di Giovanni Di Vincenzo con Francesco Bertone skipper.

Il Re Felipe IV al timone di Aifos

In ORC 2 successo di un altro ClubSwan 42, lo spagnolo Teatro del Soho Caixabank di Javier Banderas. Quarto posto per il Grand Soleil 43R Reve de Vie di Ermano e Angelo Galeati.

In ORC 3 le buone prove degli Italia Yacjhts 11.98 si completano, oltre con la vittoria di Scugnizza, con il quarto posto di Geex by Gauchos di Lucas Massa e il quinto di Concrete Investinbg to Be di Stefano Rusconi.

In ORC 4 vince il J97e Just the Job di Scott Bettie (GBR).

Nella classe ClubSwan 50, i primi quattro equipaggi in classifica hanno affrontato la giornata finale separati da soli quattro punti, con Hatari (GER) di Marcus Brennecke in testa e con l’obiettivo dichiarato di replicare il successo ottenuto al The Nations Trophy di giugno. Una missione compiuta con due secondi posti, davanti a Niramo (GER) di Sonke Meier Sawatzki secondo classificato e a Vitamina (ITA) di Andrea Lacorte che è salito sul terzo gradino del podio.

Nel frattempo, nella classe ClubSwan 42, Pedro Vaquer Comas e il suo equipaggio di Nadir (ESP) hanno conseguito un primo e un terzo posto nelle due regate finali, confermando così la vittoria di misura su Pez de Abril del rivale di sempre Jose Maria Meseguer, che era stato il leader iniziale della classe.

I risultati hanno avuto un impatto anche sulla classifica internazionale per nazioni della The Nations League, che tiene conto dei punteggi conseguiti dai concorrenti nel corso di tutta la stagione: l’1-2 di Hatari e Niramo nella classe ClubSwan 50 ha consegnato la vittoria alla Germania, mentre l’identico punteggio di Nadir e Pez de Abril nella classe ClubSwan 42 ha visto la Spagna conquistare il secondo posto davanti all’Italia.

Nella classifica generale individuale della The Nations League 2023, Hatari è in testa alla classifica dei ClubSwan 50 con 30 punti insieme a Vitamina, mentre Nadir ha confermato il suo primo posto nella classe ClubSwan 42.

Articoli Correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *