Featured

Louis Vuitton 37th America’s Cup: 100 giorni alla regata più attesa della storia della vela

Barcellona– Chi vincerà l’attesissima Louis Vuitton 37th America’s Cup? A cento giorni dal super evento che si svolgerà nelle acque di Barcellona, l’attività dei sei team sta ormai decollando, tanto per usare una metafora che ben si adatta agli eccezionali AC75 di terza generazione.

Dall’alto i nuovi AC75 di Luna Rossa Prada Pirelli, NYYC American Magic, ETNZ, INEOS Britannia e Alinghi Red Bull Racing. In alto a destra l’AC40 di Orient Express

Prevarranno, come sognano le migliaia di appassionati italiani, l’estetica dinamica e lo sviluppo continuo di Luna Rossa Prada Pirelli, le innovative soluzioni presentate da Alinghi Red Bull Racing, le forme sorprendenti e l’idea dei cyclor sdraiati di NYYC American Magic, il “vado contro tutti” di INEOS Britannia o il ruolo d’underdog, ma con progetto kiwi, di Orient Express? Chi conquisterà il ruolo di sfidante ufficiale dovrà poi vedersela, a partire dal 12 ottobre, con il Taihoro del defender Emirates Team New Zealand. Che in lingua Maori, vuol rendere l’idea dell’armonia e del movimento che dal mare arriva al cielo. Poesia a parte, è certo che l’AC75 kiwi, già a lungo sviluppato ad Auckland, farà spavento.

Insomma, la prossima edizione del Trofeo sportivo più antico al mondo sarà indimenticabile e varrà la pena esserci. Dal 22 agosto, data d’inizio dell’ultimo Preliminary Act, sarà un crescendo d’emozioni che dal 29 agosto, inizio della Louis Vuitton Cup di selezione, vivrà quei momenti inappellabili. Non ci saranno secondi. Vittorie e sviluppo secondo i piani prestabiliti o sconfitte e frenetica corsa a rimediarle. Sarà solo l’orologio del tempo, risorsa non rinnovabile in America’s Cup, a proseguire il suo conto alla rovescia fino a che lo skipper vincitore alzerà al cielo catalano la Coppa delle Cento Ghinee, rinnovando la leggenda più longeva dello sport e della tecnologia.

Sarà una Coppa interamente godibile dal mare, su uno dei mezzi autorizzati, e da terra, dalle fan zone e dai viewing point allestiti, con schermi giganti per le trasmissioni live, alla Barceloneta, alla Plaça de Mar, alla spiaggia del Bogatell o appena dietro alla base di Luna Rossa Prada Pirelli, alla Nova Bocana del porto. Il Race Village sarà al Moll de la Fusta, con l’intero Port Vell centro d’azione dato che le sei basi dei team sono disseminate tutt’intorno al cuore del porto di Barcellona. Tutti gli ingressi saranno gratuiti, con ogni tipo di servizio.

INEOS Britannia e Alinghi Red Bull Racing in allenamento a Barcellona

Il campo di regata sarà posizionato vicinissimo alle spiagge della Barceloneta, da dove nei mesi di luglio e agosto sarà possibile assistere agli allenamenti e allo sviluppo degli AC75. Luna Rossa ha iniziato il trasferimento a Barcellona, dove raggiungerà i già presenti Alinghi Red Bull Racing, NYYC American Magic e INEOS Britannia, che il 18 maggio annuncerà il nome del nuovo AV75. ETNZ sarà operativa da fine giugno-inizio luglio, preceduta dai francesi.

le date dell’evento 

Non solo. Anche le regate di contorno promettono di essere spettacolari. Gli AC40 one design disputeranno le UniCredit Youth America’s Cup e la prima edizione della Puig Women’s America’s Cup, con base in quel Port Olimpic che ospitò la Regata Olimpica di Barcelona 92. Luna Rossa Prada Pirelli ha selezionato due equipaggi di altissimo livello, con il meglio della vela giovanile e femminile italiana. Tutti talenti provenienti dalle classi olimpiche che si misureranno contro i pari livello degli altri cinque sindacati di Coppa e di altri team accettati.

il formato delle selezioni 

Fare Vela, in sinergia con Monina Corporate Sailing, propone formule ad hoc per seguire l’a 37th America’s Cup dal vivo. Non perdetela.

Articoli Correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *